Trofeo delle Regioni MiniEnduro. Appuntamento a Schio

Dopo aver ricaricato le pile con la lunga pausa estiva ed essere diventati Campioni del Mondo Enduro nella ISDE 2021, sia nel Trofeo che nel Trofeo Junior, grazie alle gesta dei caschi rossi che solitamente battagliano negli Assoluti d’Italia, è arrivato il momento di tornare tra le speciali dell’Italiano Enduro, in particolare quelle tracciate per il decimo Trofeo delle Regioni MiniEnduro che si svolgerà sabato e domenica a Schio (VI).

Ad organizzare l’evento, il Motoclub Schio che ha previsto un giro di 15 km: dopo la partenza ed un breve trasferimento su strada chiusa (circa 1 km) si prosegue sul perimetro esterno di alcuni campi fino alla zona Monte Crocetta-Castellon. Da qui inizia un trasferimento di enduro di circa 5 km in sottobosco molto vario e divertente che precede l’arrivo in PS1: l’Enduro Test, molto scenografico con saliscendi e curvoni ampi, è stato quasi completamente tracciato su prato erboso con un piccolo tratto iniziale di sottobosco. Finita la PS1 si rientra nel sottobosco per il trasferimento di ritorno che porta i piloti al fettucciato. Il Cross Test si districa su terreno misto tra terra ed erba e presenta numerosi salti spettacolari. Conclusa la speciale si rientra nella zona assistenza e successivamente al CO.

Nel 2020 la sosta, dettata dalla situazione pandemica, ha interrotto la continuità di uno degli appuntamenti più apprezzati dai giovanissimi piloti e dalle famiglie che quest’anno, insieme alla rappresentanza dei Comitati Regionali, si ritroveranno a Schio. I padroni di casa del Veneto vogliono tornare a vincere il prestigioso trofeo, conquistato già tre volte, l’ultima nel 2017, ma dovranno vedersela con la squadra Campione uscente, la forte Emilia Romagna vincitrice nel 2019.

In lizza per la vittoria finale anche la Lombardia, la squadra più titolata di tutte con quattro trofei in bacheca, la Sicilia pronta a dare battaglia per rinnovare il titolo conquistato in casa nella penultima edizione oltre che a tutte le rappresentative iscritte tra cui troviamo l’Abruzzo, il Friuli Venezia Giulia (la regione più numerosa con ben 8 squadre), il Lazio, la Liguria, le Marche, il Piemonte, la Puglia, la Sardegna, la Toscana e l’Umbria.

Novità in rosa per il Trofeo delle Regioni che vede l’introduzione del titolo anche per le squadre femminili: da quest’anno, infatti, le ragazze tra gli 8 e 16 anni potranno essere convocate ufficialmente dai propri Comitati Regionali per rappresentare e difendere i colori della propria terra. Buona l’adesione per il primo anno che vedrà Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Veneto e Sicilia impegnate nella lotta per la conquista dello scettro di miglior Regione d’Italia MiniEnduro Femminile.

Per garantire il giusto distanziamento sociale, per la prima volta non sarà effettuata la sfilata lungo le vie del centro del paese ma i colori delle regioni, insieme alla gioia di tutti i loro rappresentati, saranno in bella mostra nella presentazione ufficiale che avverrà in piazza Rossi a partire dalle 17.30 (ritrovo ore 16.30) di sabato.

I ringraziamenti, da parte del presidente del sodalizio organizzatore, Giovanni Chiozza, vanno al sindaco Valter Orsi e l’assessore allo Sport Aldo Munarini, al motoclub “360 Race Team” e a tutti gli sponsors istituzionali del Motoclub e del campionato italiano.
L’appuntamento per il Trofeo delle Regioni MiniEnduro “Felice Manzoni” è fissato per la cerimonia di sabato e la gara di domenica dove a presenziare, come apripista, sarà il neo Campione del Mondo a squadre Andrea Verona!