Lettera del Presidente del Comitato Regionale

Selvazzano, 06 Aprile 2020

Carissimi, io come voi, come tutti, (tranne chi deve recarsi al lavoro perchè inserito nelle categorie autorizzate), SONO A CASA e responsabilmente lo dobbiamo essere tutti.
Ho deciso di scrivere queste brevi parole perché voglio ricordare a tutti i tesserati ed amici del motociclismo , che noi ci siamo, vi siamo vicini e sicuramente torneremo tutti alla nostra passione e alle nostre moto.
Purtroppo non possiamo dare delle date certe e sicurezze sul futuro , ma possiamo tenere alto il morale, pensare alla ripartenza, tenerci allenati con lo spirito e anche con il corpo.
Sono anche io uno di voi, un “ragazzo “ che si immedesima in tutti voi , che ha le moto in garage, che soffre perché sono un agonista da sempre e sto’ perdendo la poca forma che avevo guadagnato con gli allenamenti , ma ho anche una grande fortuna: posso essere qui a scrivere questa lettera… e il mio pensiero va alle molte vittime di questo male oscuro; male che vinceremo perché dobbiamo stare uniti , dobbiamo portare pazienza e come dei campioni che escono da un infortunio…, possiamo ancora vincere.
Dovete avere fiducia in noi , stiamo continuando a lavorare, siamo sempre operativi e per qualsiasi cosa anche se “lontani” siamo piu’ vicini che mai ; grazie alla tecnologia siamo sempre in contatto con la Federazione di Roma, con il Consiglio Regionale e con chiunque ha bisogno.
Insieme ai membri del Consiglio Regionale, alla segreteria del Comitato, e a tutti i coordinatori di specialità stiamo giornalmente lavorando e valutando, nel rispetto di tutte le direttive ministeriali, come poter reimpostare la nostra attività e sarete informati costantemente, perchè noi per primi abbiamo voglia di ripartire .
Non preoccupatevi; per qualsiasi cosa avremo una risposta , anche sul fattore licenza/tessera, la Federazione sta già lavorando (come già detto durante alcune recenti interviste dal nostro Presidente )

Un’ultima cosa: volevo dirvi GRAZIE, sinceramente, per la fiducia riposta nella Federazione Motociclistica Italiana.

Un abbraccio a tutti voi.

Andrea Girardello