Decreto Legge n.33 del 16 maggio e DPCM del 7 agosto 2020. Aggiornamenti FMI

INFORMATIVA GENERALE

Si informa che il Decreto Legge n.33 – disponibile cliccando qui – ed il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto – disponibile cliccando qui– e le cui disposizioni sono efficaci sino al 15 ottobre, dispongono quanto segue:

Manifestazioni ed eventi sportivi – Allenamenti

Gli eventi e le competizioni sportive – riconosciuti di interesse nazionale e regionale dal Comitato Olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali – sono consentiti a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva, al fine di prevenire o ridurre il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.
Anche le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli federali.
A decorrere dal 1° settembre 2020 è consentita la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi di minore entità, che non superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al La presenza di pubblico è comunque consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie.
In casi eccezionali, per eventi sportivi che superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso, il Presidente della Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione preventiva del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento.
Si precisa che queste disposizioni dalle Autorità competenti sono di carattere generale. È necessario sempre e in tutte le circostanze verificare le ordinanze assunte dalle rispettive Regioni e Provincie autonome nonché le prescrizioni delle Amministrazioni Comunali e le Autorità Sanitarie, che potrebbero essere più o meno restrittive.

Gli Organizzatori degli Eventi e dei Corsi federali dovranno:

Prendere visione delle Linee Guida federali, le Linee Guida dell’Ufficio dello Sport e i documenti della FMSI pubblicati sul sito federale e attenersi a quanto disposto relativamente alla propria attività.
Garantire il rispetto di quanto indicato dalle Linee Guida per il contenimento dei fattori di rischio.
Accertarsi che l’attività che si intende svolgere sia consentita dalle ordinanze a livello Regionale e Comunale.
Predisporre tutte le procedure di sanificazione e disinfezione necessarie e predisporre quanto necessario per effettuare l’attività con il distanziamento e le protezioni necessarie.
Formare tutti i partecipanti e gli operatori sportivi che saranno presenti durante l’attività.
Acquisire e conservare l’autocertificazione COVID-19 di tutti i partecipanti, i Piloti, gli Allievi, i Tecnici/Istruttori e tutti gli Operatori Sportivi presenti all’attività federale.
Informare tutti i partecipanti dei fattori di rischio e di tutti i comportamenti necessari per il loro contenimento in fase di svolgimento dell’attività.
Verificare che le disposizioni sulla distanza e sulle protezioni vengano rispettate durante l’attività.
Informare il genitore accompagnatore, in caso di minore, sui fattori di rischio e su quanto previsto per la prevenzione in osservanza delle Linee Guida.
Si ricorda che tutte le attività debbono essere effettuate nel rispetto delle Linee Guida governative, della FMI e della FMSI e che le Regioni e le Provincie autonome potrebbero stabilire specifiche ordinanze. Per questo motivo si sensibilizza sulla necessità di verificare la normativa locale (Regioni e Provincie autonome e Comuni) che potrebbe differenziarsi dalle disposizioni generali.

Si invitano gli Affiliati, i Licenziati ed i Tesserati a informarsi sulle novità che dovessero concretizzarsi oltre che sugli ordinari organi di stampa, anche attraverso il sito web federale www.federmoto.it

Clicca qui per i documenti e Linee Guida per il contrasto alla diffusione del Covid-19 nelle attività sportive.