Decreto Legge n.33 del 16 maggio e DPCM del 13 ottobre 2020. Aggiornamenti FMI

INFORMATIVA GENERALE

Si informa che il Decreto Legge n.33 – disponibile cliccando qui – ed il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 ottobre – disponibile cliccando qui – e le cui disposizioni sono efficaci dal 14 ottobre e fino al 13 novembre, dispongono quanto segue:

Manifestazioni ed eventi sportivi – Allenamenti

E’ consentita la presenza di pubblico negli eventi sportivi, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi, esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e l’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, nel rispetto delle Linee Guida della FMI per le rispettive discipline e specialità motociclistiche.
Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il Ministro della Salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti; con riferimento al numero massimo di spettatori per gli eventi e le competizioni sportive non all’aperto, sono in ogni caso fatte salve le ordinanze già adottate dalle regioni e dalle province autonome, purché nei limiti del 15% della capienza.
Le sessioni di allenamento o didattica collettiva sono consentite a porte chiuse, nel rispetto delle Linee Guida federali;
Al fine di consentire il regolare svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali organizzate sul territorio italiano che prevedono la partecipazione di atleti, tecnici, ufficiali di gara e accompagnatori provenienti da paesi per i quali l’ingresso in Italia è vietato o per i quali è prevista la quarantena, questi ultimi, prima dell’ingresso in Italia, devono avere effettuato un test molecolare o antigenico per verificare lo stato di salute. Tale test non deve essere antecedente a 72 ore dall’arrivo in Italia e i soggetti interessati, per essere autorizzati all’ingresso in Italia, devono essere in possesso dell’esito che ne certifichi la negatività e riporti i dati anagrafici della persona sottoposta al test per gli eventuali controlli. In caso di esito negativo del tampone i soggetti interessati sono autorizzati a prendere parte alla competizione sportiva internazionale sul territorio italiano, in conformità con le Linee Guida FMI e/o lo specifico protocollo adottato dall’organizzatore dell’evento sportivo.
Si precisa che queste disposizioni dalle Autorità competenti sono di carattere generale. È necessario sempre e in tutte le circostanze verificare le ordinanze assunte dalle rispettive Regioni e Provincie autonome nonché le prescrizioni delle Amministrazioni Comunali e le Autorità Sanitarie, che potrebbero essere più restrittive.

Gli Organizzatori degli Eventi e dei Corsi federali dovranno:

  • Prendere visione delle Linee Guida federali, le Linee Guida dell’Ufficio dello Sport e i documenti della FMSI pubblicati sul sito federale e attenersi a quanto disposto relativamente alla propria attività.
  • Garantire il rispetto di quanto indicato dalle Linee Guida per il contenimento dei fattori di rischio e garantire l’uso delle mascherine da parte di tutti e in ogni fase dell’evento (tranne per gli atleti o gli allievi nella fase di esecuzione dell’attività)
  • Accertarsi che l’attività che si intende svolgere sia consentita dalle ordinanze a livello Regionale e Comunale.
  • Predisporre tutte le procedure di sanificazione e disinfezione necessarie e predisporre quanto necessario per effettuare l’attività con il distanziamento e le protezioni necessarie.
  • Formare tutti i partecipanti e gli operatori sportivi che saranno presenti durante l’attività.
  • Acquisire e conservare l’autocertificazione COVID-19 di tutti i partecipanti, i Piloti, gli Allievi, i Tecnici/Istruttori e tutti gli Operatori Sportivi presenti all’attività federale.
    Informare tutti i partecipanti dei fattori di rischio e di tutti i comportamenti necessari per il loro contenimento in fase di svolgimento dell’attività.
  • Verificare che le disposizioni sulla distanza e sulle protezioni vengano rispettate durante l’evento
  • Informare il genitore accompagnatore, in caso di minore, sui fattori di rischio e su quanto previsto per la prevenzione in osservanza delle Linee Guida.

Si ricorda che tutte le attività debbono essere effettuate nel rispetto delle Linee Guida governative, della FMI e della FMSI e che le Regioni e le Provincie autonome potrebbero stabilire specifiche ordinanze. Per questo motivo si sensibilizza sulla necessità di verificare la normativa locale (Regioni e Provincie autonome e Comuni) che potrebbe differenziarsi dalle disposizioni generali.

Si invitano gli Affiliati, i Licenziati ed i Tesserati a informarsi sulle novità che dovessero concretizzarsi oltre che sugli ordinari organi di stampa, anche attraverso il sito web federale www.federmoto.it.

Clicca qui per i documenti e Linee Guida per il contrasto alla diffusione del Covid-19 nelle attività sportive